Google+ Applicazioni Grafiche: La mostra di presepi artistici più grande al mondo

lunedì 24 marzo 2014

La mostra di presepi artistici più grande al mondo

La mostra di presepi artistici più grande al mondo
I presepi da Guinness di Alessio Di Mento



Immaginate di immergervi in un mondo totalmente nuovo e inaspettato, in una dimensione del tutto originale e illimitata, un universo infinito di emozioni dalle mille sfumature attraverso un percorso che non pone freni alla fantasia, pensate sia impossibile? 

E invece da parecchi anni grazie ad Alessio Di Mento e i suoi presepi artistici questo sogno è diventato realtà. In una location invidiabile, incastonata tra i monti Peloritani e il leggendario stretto di Messina si tiene ogni anno la mostra di presepi artigianali più grande al mondo; oltre 400 infatti i presepi realizzati a mano dallo stesso autore, inseriti in una cornice di luci, suoni ed effetti speciali, che riescono a meravigliare sia grandi che piccini. Riscoprire la tradizione del presepe in un insieme di cultura e novità è stata la carta vincente del successo di questa mostra che purtroppo non è ancora stata seriamente valorizzata dalle istituzioni locali. Il percorso attraversa molte epoche storiche, inizia addirittura dalla preistoria e come in una macchina del tempo si attraversa prima l'antico Egitto per poi riscoprire le antiche città romane fino ad arrivare ai giorni nostri, sottolineando così il ruolo della sacra famiglia nella storia dell'umanità. Ma c'è davvero molto ma molto di più, vi sono presepi costruiti con i più disparati materiali dal cartone e la plastica riciclata a impressionanti ricostruzioni in pietra lavica, tra gli altri ricordiamo anche i simpatici presepi ambientati nei "mondi sommersi" che l'artista ha realizzato dentro i suoi acquari. C'è n'è per tutti i gusti insomma, alcuni sono ambientati perfino all'interno di prodotti tipici dell'enogastronomia messinese, come la pignolata, la brioche o gli arancini.

La tradizione la ritroviamo anche in altri presepi, uno dei quali è collocato in una ricostruzione in scala della statua della Madonna della Lettera che sorge dalle acque del porto di Messina; un altro ancora è allestito sotto un modello del "pilone", quest'ultimo divenuto negli anni uno dei simboli della città dello stretto. 
Alla fine del percorso la natività è rappresentata in una fedele riproduzione di una tipica giornata di un antico villaggio, con tanto di effetti atmosferici reali, che vi lasceranno a bocca aperta. È davvero difficile raccontare in poche righe l' essenza di questa incantevole mostra, che ogni anno si rinnova e si arricchisce sempre più di particolari. La mostra per quest'anno è visitabile fino al 3 Giugno 2014 l'ingresso è gratuito. Per informazioni rivolgersi ai seguenti contatti: alexorgan@hotmail.it oppure 327 9943408.






Nessun commento :

Posta un commento