Google+ Applicazioni Grafiche: Archivio IDEE - Giardino, serre e orti verticali

giovedì 18 giugno 2015

Archivio IDEE - Giardino, serre e orti verticali

Dall’indagine multi-scopo sulle famiglie “I cittadini e il tempo libero” effettuata dall’ISTAT, emerge come nel 2006 il 37% di persone con età superiore agli 11 anni affermava di praticare nel tempo libero attività di cura dell’orto o di fare del giardinaggio. Lo stesso sondaggio in tempi più recenti ha messo in luce come, nel 2009, tale percentuale sia sensibilmente cresciuta (coinvolgendo il 41% della popolazione). Tale percentuale sta crescendo ancora.

Secondo uno studio dei ricercatori dell'Università di Uppsala in Svezia, durato ben 35 anni e pubblicato sul British Medical Journal, coltivare un orto o prendersi cura di piante e fiori nei terrazzi o in un giardino allunga la vita in particolare alle persone di mezza età che in questo modo possono coltivare il loro hobby e fare l'attività fisica necessaria per mantenersi in forma. I ricercatori sono giunti alla conclusione - riferisce la Coldiretti - che chi svolge un attività sportiva di modesta intensità o semplicemente si dedica alla passione del giardinaggio guadagna circa un anno di vita in più rispetto a chi rimane inattivo. Ma c'è di più, se tale attività diviene più intensa può guadagnare oltre due anni anche se l'impegno deve durare almeno dieci anni prima di vedere un effetto statisticamente significativo. Insomma, mettiamocelo bene in testa, zappare fa bene, impoltronirsi, soprattutto ad una certa età, fa male. Inoltre il giardinaggio è usato da molti anche come misura antistress, per passione, per gratificazione personale, per garantirsi o la sicurezza del cibo che si porta in tavola o anche solo per risparmiare. Negli ultimi tempi ci è anche capitato di vedere servizi nei telegiornali in cui si mostravano i terrazzi di manager statunitensi che erano diventati un orto più che un posto da cui godersi solo il panorama.

La Coldiretti sottolinea che in Italia l'hobby del giardinaggio coinvolge in egual modo maschi e femmine e che piace ai giovani considerato che è praticato da più di uno su quattro di quelli con età compresa tra i 25 e i 34 anni, anche se l'interesse aumenta con l'età e raggiunge quasi la metà degli over 65. E' molto diffuso al nord, in regioni come il Veneto, Valle d'Aosta e Friuli Venezia Giulia dove interessa oltre il 50% della popolazione. Meno diffuso al sud dove si scende su valori inferiori al 25%


Quindi vi posto un po di idee prese su svariatissimi blog e siti su come arredare, coltivare, sistemare ecc... il vostro giardino!






















































Fonte: peperonciniamoci.it 
agriregionieuropa.univpm.it

Nessun commento :

Posta un commento