Google+ Applicazioni Grafiche: DIRITTI DEL FOTOGRAFO E DEL CLIENTE

sabato 31 maggio 2014

DIRITTI DEL FOTOGRAFO E DEL CLIENTE


Schema riassuntivo:

Essere grafici non significa solamente lavorare su fonti e foto già pronte, a volte è doveroso improvvisarsi fotografi per crearsi delle fonti proprie, quindi vi potrà essere utile leggervi questa seri di post che ho deciso di riassumere sui diritti e i doveri delle fotografie a livello giuridico. In modo da saper come muoversi in questo modo complicato e contorto che è la legislatura italiana.
DI CHI SONO I DIRITTI DI RIUTILIZZO DELLE IMMAGINI?
In origine i diritti sono del fotografo, ma nel momento in cui avviene una cessione a qualsiasi titolo, i diritti passano - in diversa misura - al cliente.
 

DIRITTI DEL FOTOGRAFO E DEL CLIENTE

(diritto d'autore, riutilizzo delle immagini, proprietà originali, ritratti, eccetera)


FOTO SU COMMISSIONE
a) Se c'è traccia di accordi scritti, valgono le cessioni concordate.
Al cliente vanno i diritti concessi, al fotografo restano tutti gli altri (legge 633/41 e succ. modifiche). 
b) Se NON ci sono accordi scritti, normalmente i diritti di sfruttamento passano al cliente committente (che acquisisce i diritti di sfruttamento "nei limiti e con le finalità del contratto", dice la legge. Niente finalità indicate, niente limiti al trasferimento dei diritti (articoli 87 ed 88 legge 633/41) 
c) Un'eccezione al caso b) è quando non ci sono accordi scritti e il committente è la stessa persona soggetto di un ritratto fotografico (matrimonio, foto in studio, eccetera). In questo caso, in assenza di patti scritti i diritti restano al fotografo, in concomitanza con dei diritti congiunti al cliente. E' quindi corretto che i negativi restino al fotografo e che questi chieda un compenso per cederli definitivamente al cliente che li chiede (art. 98 legge 633/41 e sentenza Corte Cassazione 4094 del 26.6.1980).
FOTO NON ESEGUITE SU COMMISSIONE
Se le immagini sono realizzate autonomamente e vengono richieste dal cliente DOPO la loro esecuzione che è avvenuta per volontà del fotografo (fotografia d'archivio, servizi già esistenti non commissionati, eccetera), i diritti sono sempre del fotografo, e passano al committente solamente per come sono stati ceduti (cioè, in forza di una cessione individuata per iscritto). Anche in questo caso è quindi importante indicare in fattura con esattezza quali diritti si stanno vendendo. Il trasferimento dei diritti deve essere provato per iscritto, a meno che non siano stati consegnati gli originali, il che trasferirebbe tutti i diritti, se si fosse in assenza di diverse prove scritte. Quindi:
a) Se c'è traccia di accordi scritti, il cliente acquista i diritti d'uso che sono descritti in fattura e tutti gli altri restano al fotografo. 
b) Se non c'è traccia di accordi scritti:
b1) ... e gli originali sono in mano al fotografo. il cliente non ha acquisito nessun diritto, che sono rimasti al fotografo. 
b2) ... e gli originali sono stati consegnati al cliente senza alcuna documentazione scritta, i diritti sono stati trasferiti al cliente assieme agli originali (articolo 89 legge 633/41)
SI POSSONO PUBBLICARE I RITRATTI?

Normalmente occorre una release, cioè un'autorizzazione scritta della persona ritratta. In assenza di autorizzazione scritta è possibile che la persona ritratta si opponga alla pubblicazione (anche se era consenziente all'esecuzione della ripresa, questo non significa che lo fosse anche alla pubblicazione della stessa) Fanno eccezione alcuni casi (cioè non occorre autorizzazione scritta):
a) Personaggi già noti (personaggi pubblici) se la foto è pubblicata con fine prevalente di informazione (usi giornalistici e di cronaca) e non lede la dignità 
b) Fotografie in cui il soggetto NON è il ritratto della persona, ma la persona è semplicemente riconoscibile all'interno di un contesto pubblico (piazza, manifestazione, paesaggio, grande gruppo, eccetera); in pratica, quando il soggetto è un luogo od un avvenimento, e non la persona.
Per approfondire:

1 Di chi sono gli originali delle immagini?

2 Deve essere citato il nome dell’autore fotografo?

3 Come posso proteggere l’immagine fotografica che ho realizzato?

4 Posso proteggere l’idea che sta dietro alle mie foto?

5 Cosa posso fare se il cliente non mi ha pagato?

6 I ritratti sono pubblicabili liberamente?

7 Cosa è cambiato con la legge sulla privacy


Fonte: www.fotografi.org

Nessun commento :

Posta un commento