Google+ Applicazioni Grafiche: Perché comprare le carte collezionabili? Meglio farsele da soli!

giovedì 22 maggio 2014

Perché comprare le carte collezionabili? Meglio farsele da soli!

Qualsiasi bambino di oggi, ha almeno qualche serie di carte collezionabili. Yu-Gi-Oh! le più recenti, Pokemon, Magic, Order & Chaos Duels e World of Warcraft, ma ogni settimana ecco nuove serie sfornate dal mondo giapponese o americano prendere forma sotto i nostri occhi, per il brivido dei più piccini e non di confrontarsi in un duello di mostri e creatura. Carta e cartoncino plastificate, vendute a volte a peso d'oro, con l'immagine in svariate vesti grafiche del più improbabile mostro mai esistito e dopo qualche anno finisce la moda e tutto vola nello scatolone in soffitta (per chi ne ha una). Soldi buttati praticamente per la maggior parte delle persone, sopratutto per i genitori che comprano ai figli la menzionata bustina di carte in edicola come si faceva ai vecchi tempi per le figurine dei calciatori (tutt'ora comunque in vendita e con un ancor largo mercato le nostre figurine!). Anche se devo essere sincero non sono pochi gli adulti che amano questo genere di collezioni e ancor meglio le usano per giocare tra amici con la stessa passione. I temi sono i più disparati, e con l'avvento di internet tutto ciò è finito per instaurare una serie di giochi on line dove le nostre care carte collezionabili le compri direttamente li su internet, le "compri" per modo di dire perché in questo caso le nostre carte non sono altro che una serie di pixel o al massimo una serie di bit di informazioni eteree. Ma lasciamo da parte la critica ai grossi guadagni che fanno i produttori (che non hanno nemmeno più il costo della carta stampata da mantenere visto che on line compri l'idea di quel mostro o creatura) e passiamo all'argomento centrale della nostra discussione...


Per tutti gli appassionati, propongo:

Invece di riempire le tasche a qualche famosa casa produttrice di queste carte, per di più straniera, non sarebbe meglio ricrearsele a casa? o meglio ancora inventarsi un gioco tutto nostro da fare con le nostre carte?


un piccolo esempio



Sono stato molte volte insoddisfatto e frustrato dalle regole di certi giochi, che erano atte spesso solo a farti comprare più carte possibili e far salire così giustamente i guadagni di chi le produce. Ma a questa insoddisfazione ho risposto creandomi un mio gioco personale, prendendo il meglio di ogni gioco di carte che conosco...

Ma se non siete così estrosi beh! potete limitarvi a copiare regole e vesti di un gioco a voi noto, con l'unica differenza che le fantomatiche creature sulle carte le deciderete voi, come deciderete il nome, la potenza o gli attacchi!

Sorge spontanea la domanda, ma la stampa? potete scegliere di stamparle a casa, per un totale e parsimonioso processo in cui spendere il meno possibile, oppure andare in una qualsiasi tipografia e con 50 centesimi stampare un A4 a colori, magari plastificato, con 9 carte sopra (sicuramente molto meno dei 4 o 5 euro per bustina). Una volta stampate vi basterà ritagliarle e incollarle su cartoncino, lavoro questo che potrete fare anche con i più piccoli, impegnandoli in qualcosa di un po più manuale.

Ora dove prendere le immagini? quelle da mettere su ogni carta e in che stile? se siete disegnatori od illustratori e avete questa passione per le carte collezionabili, non starete di certo qui a leggere questo post, ma sarete in qualche laboratorio segreto a stamparvi le vostre carte alla faccia di tutti noi altri. Per il resto della popolazione "NON ARTISTICA" diciamo, internet e pieno di gallerie di immagini su creature fantasiose, uno dei portali meglio riforniti da cui io ho preso le immagini per la mia collezione personale è sicuramente deviantART



Su questo sito non solo potrete trovare tutte le immagini che vi servono, ma anche scegliere lo stile in cui volete che le creature sulla carte siano realizzate! sulla sinistra sono presenti le categorie in cui sono divise le opere che gli artisti, disegnatori ed illustratori caricano qui per renderle visibili a tutti e farsi un po di pubblicità. 

Se questo non vi bastasse ecco qui un Database di tutte le serie di carte Magic Uscite fino ad oggi da cui prendere spunto o copiare le immagini delle creature presenti.

ATTENZIONE sono immagini sotto copyright (a parte alcune fonti che danno materiale gratuitamente) quindi ne è vitata la vendita, se le prendete sono solo ad uso personale o con gli amici. inoltre poiché la risoluzione è bassa (72px per pollice, quella per la stampa è 300px per pollice almeno) non sono adatte ad una stampa professionale, quindi anche volendo ve le comprerebbe nessuno.

in alternativa potete cercare su google le immagini che desiderate, per avere un più ampio spettro di proposte visive per poi scegliere quella che preferite, ma nessuno vi vieta di usare foto personali di amici e parenti e creare un gioco di carte che sia un po una parodia della vostra vita!

Ecco qui i modelli che ho pre-impostato semplici e pratici dove potrete inserire le vostre immagini e creare così la vostra serie di carte da gioco:

Pacchetto Font (gratuitamente prese da 1001font per altri siti dove scaricare font vedi il nostro articolo I migliori siti dove scaricare font gratuitamente )

COME FARE:
Trascinate e ridimensionate il livello della vostra creatura sostituendolo a quello presente nel modello segnato in rosso, con la dicitura, inserisci qui la tua creatura. Il modello pre-impostato è una maschera di ritaglio quindi la figura verra automaticamente ritagliata una volta posizionata dove vi sto indicando, quindi le parte in eccedenza verranno nascoste come se fossero dietro ad una finestrella, ovvero i margini grigi attorno alla raffigurazione della creatura nella carta in questione.

Fronte


Retro



A questo punto non vi resta che decidere le regole, io vi posto un accenno generale delle mie tanto per darvi un esempio, anche perché alcune sono così contorte e complicate che rischierebbero di farvi confondere solo le idee:

Accenno sulle regole delle  mie carte da gioco collezionabili chiamate Mirabilia per darvi qualche spunto...

Lo scopo del gioco è battere il vostro avversario causandogli il maggior numero di danni, la partita finisce solo quando uno dei due giocatori ha subito 5.000 o più punti di danno (dipende quanto volete che sia lunga la partita volendo potete arrivare anche a 15.000) su come si calcolano questi punti di danno lo accennerò dopo

ogni giocatore pesca un numero limitato carte da un mazzo centrale, comune ad entrambi i giocatori (similmente a quanto avviene in munchkin), quindi non ce bisogno che ogni giocatore abbia il suo mazzo, ma basta stamparne uno più o meno grande (consiglio almeno 200 carte per avere un po di casualità durante il gioco ed evitare di sapere già quali escono)

Le carte sono di 4 tipi e similmente a Yu-Gi-Oh! hanno la stessa funzione
  • le carte creatura (i mostri veri e propri con cui giocate)
  • le carte trappola (vanno messe a terra coperte e scattano solo in base al loro effetto per difendervi da attacchi o danneggiare l'avversario)
  • le carte magia (utilizzabili sono dalla mano, servono a curarvi o danneggiare l'avversario)
  • le carte terreno (stabiliscono il tipo di campo da gioco, favorendo a sfavorito uno dei due o entrambi i giocatori)



ogni tipo di carta va messa in una posizione specifica della zona di gioco
ad esempio le carte creatura avanti rispetto a quelle trappola, oppure le carte magia per funzionare vanno tenute sempre in mano, oppure ancora le carte terreno possono essere messe in un unico punto della zona gioco e quindi durante il duello può essere presente un solo tipo di carta terreno

le creature più forti per scendere in campo hanno bisogno di un sacrificio di uno o due mostri già presenti sulla zona di gioco, mentre altre carte creatura hanno un effetto quando sono scese in campo o quando muoiono. in ogni caso per attaccare non c'è bisogno di carte energia come avveniva invece per le carte Pokemon (obbligandovi ad avere mazzi pieni di carte inutili e brutte per poter usare le mosse dei vostri mostriciattoli)

Le carte magia, trappola usate o i mostri che perdono tutti i loro punti vitali finiscono nel cimitero, da cui per un effetto proprio o per una carta magia o trappola possono riuscire per tornare nella vostra mano o direttamente in campo.

Il giocatore che non riesce a mettere in campo un mostro al primo suo turno dopo aver ripescato una seconda volta perde la mano automaticamente.

La parte che più mi appassiona è su come si gestisce la battaglia,  il campo si stratifica in 3 livelli ovvero...

Le carte creatura sono di 3 tipi:
  • di attacco
  • di tipo volante o retrovia
  • di difesa
Le creature di tipo attacco vengono messe in campo in posizione mediana, le creature di tipo volante o retrovia possono stare in posizione mediana o nella prima fascia (la più vicina a voi), Mentre le creature di tipo difesa vanno messe obbligatoriamente nella fascia più distante da voi in modo da avere dietro tutte le altre carte eventualmente scese in campo.

abbiamo ora la seguente situazione entrambi i giocatori hanno due creature in campo e sono di tipo attacco, si tira il dado per chi deve cominciare per primo, il primo giocatore attacca la creatura avversaria si vedono gli attacchi delle due creature, e la differenza viene sottratta alla vita della creatura che subisce l'attacco (tale numero va segnato per ogni attacco accusato su ogni mostro e saranno tali valori una volta sommati che daranno i punti vita persi durante tutta la partita dai giocatori. Una volta arrivati a 5000 o superiori determineranno il vincitore ovvero chi tra i due infliggerà all'altro tale cifra per primo. Complicato e macchinoso vero! Ma non è niente, munitevi di calcolatrice se avete intenzione di imitarmi)

Due creature di tipo attacco di cui quello che subisce è messo in difesa (come su Yu-Gi-Oh!) questa volta la differenza va fatta tra i punti di attacco del primo e quelli di difesa del secondo, e questi punti potete decidere ad inizio gioco, se vanno conteggiati nei punti subiti totali che prima accennavo. (quindi i mostri di tipo attacco possono stare sia in attacco che in difesa a vostra scelta dipende certo da cosa vi capita in mano quando pescate le prime carte)

la stessa cosa vale per la situazione in cui vi è un mostro di tipo attacco e uno di sola difesa che subisce (i mostri di tipo difesa hanno attacco zero ed una iconica che li contrassegna come mostri di quel tipo)

Due creature una voltante o retrovia ed una attacco, ebbene qui entriamo nel difficile, se non sono presenti altri mostri in campo la creatura di tipo volanti si comporta come una semplice creatura attacco, ma se in campo c'è anche un solo mostro davanti ad essa (che sia di tipo attacco (messo in posizione attacco o difesa) o di difesa) essa non può essere attaccata direttamente da tutti gli altri tipi di mostri, tranne che da un mostro di ugual tipo volante o retrovia. Quindi se adeguatamente scremati sono i mostri più forti perché possono attaccare ed infliggere danni senza subirne. 

Ovviamente: Se il mostro attaccante ha un attacco minore od uguale dell'attacco o della difesa del mostro che subisce non può continuare il suo attacco. Quindi quando avrete più mostri in campo un mostro potrà attaccare solo mostri più deboli di lui. Infine ogni mostro (salve eccezioni a scelta) può effettuare un solo attacco per turno. Quindi più mostri più attacchi.

in ultimo tanto per complicare le cose ho diviso le creature in 6 razze le quali hanno debolezze o resistenze fra loro quando si attaccano, o sono favorite e sfavorite dalle carte terreno prima menzionate, similmente a come accade in molti giochi di ruolo.

Un ultimo consiglio ma non meno importante. per rendere il gioco più duraturo e più movimentato possibile, in modo da non trovarvi nella situazione che l'avversario trovi un mostro troppo forte da battere e vinca solo con quello ecco come dovrebbe essere più o meno formato un mazzo (sono permesse lievi oscillazione dai valori di riferimento)

Carte creatura 110-120
carte magia 50-60
carte trappola 20-30
carte terreno 10

Tra le carte magia se prevedete degli equipaggiamenti per aumentare le statistiche dei vostri mostri esso non devono superare le 18-20 carte della totale della carte magia, in modo da avere un uguale possibilità di trovarle durante il gioco, ma in modo da non trovarne troppo.

per quanto riguarda attacco e difesa vi consiglio di dividerei mostri in tre categorie
quelli base (si scendono in campo senza nessun sacrificio) di primo livello (si scendono in campo sacrificando un mostro) di livello 2 (si scendono in campo sacrificando due mostri) e così via se volte continuare. le carte base devono essere in soprannumero rispetto a quelle più forti

del totale delle carte creatura almeno 60-65 devono essere base (con attacco e difesa compresa fra 0 ed un massimo di 1200) il restante 20-25 di livello 1(con attacco e difesa compresa tra 1000 ed un massimo di 2100) e 20 o meno di livello 2 (con attacco e difesa tra 2000 ed un massimo di 3000) il resto lo faranno le carte magia trappola e potenziamento che vi aiuteranno a pareggiare i conti durante il duello. anche li è meglio tenersi sempre stretti con le righe, mettere nel mazzo equipaggiamenti troppo forti rischia di monopolizzare il gioco sul giocatore che per primo li trova. Va da se che se scegliete il mio metodo di gioco (ma ne dubito XD) con la presenza di creature volanti e retrovia esse devono sempre essere una minoranza per lo stesso motivo già citato. 

Consiglio comunque di eseguire una partita di prova (utilizzando semplicemente dei foglietti di carta con i nomi scritti sopra per poi guardare la carta dal pc per avere riferimento dei valori di attacco e difesa o degli effetti  prima della stampa, in modo da vedere se il vostro mazzo o gioco funziona in modo scorrevole.



Nessun commento :

Posta un commento