Google+ Applicazioni Grafiche: Meduse in salotto Air Plant Jellyfish by ‘PetitBeast’

martedì 6 ottobre 2015

Meduse in salotto Air Plant Jellyfish by ‘PetitBeast’

LA-based designer e art director Cathy Van Hoang aveva in mente l'idea di utilizzare gusci di riccio di mare a testa in giù, non sapeva bene come poi... 

Fioriere per creare meduse aeree. Attualmente vendute nel suo negozio Etsy, "PetitBeast"


Idea molto carina, le pianticelle in questione si chiamano Tillandsia è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae, originarie del Centro America.



Da Wikipedia: "Ne esistono oltre 500 specie ripartite fra 6 sottogeneri. Senza radici sotterranee, assorbono il loro nutrimento dall'umidità dell'aria (conosciute anche come Garofano d'aria). Vivono generalmente sulle cime degli alberi o sulle rocce, nelle zone dove sono più diffuse è comune trovarle anche su pali e fili elettrici oltre che sulle antenne televisive. L'umidità dell'aria è catturata tramite apposite strutture poste sull'epidermide chiamate tricomi che sono aperti quando la pianta è secca e si richiudono sopra una certa soglia di umidità per impedirne l'evaporazione, l'aspetto vellutato di queste piante è dovuto proprio ad essi. Assieme all'umidità catturano anche il pulviscolo atmosferico che contiene agenti inquinanti, per questa proprietà sono stati eseguiti studi volti ad utilizzare queste piante come biorivelatori di inquinanti atmosferici in particolare per rivelare gli IPA (idrocarburi policiclici aromatici), sostanze provenienti dalla incompleta combustione della benzina e del gasolio. La pianta è stata testata per sei mesi sulla trafficatissima circonvallazione di Firenze, per iniziativa del botanico Luigi Brighigna dell'Ateneo fiorentino, che ha poi portato le piantine "inquinate" al dipartimento di chimica 'Ciamician' di Bologna, attrezzato per studiarle. Secondo i risultati del test, resi noti dall'Università di Bologna, la Tillandsia può essere usata per monitorare l'inquinamento, ma anche, in dosi massicce, per assorbire le polveri cariche di idrocarburi policiclici aromatici, ovvero i benzopireni accusati di essere cancerogeni, provenienti dall'incompleta combustione della benzina e del gasolio. La mancanza di radici ha permesso,inoltre, di analizzare le sostanze depositate escludendo le interferenze con il terreno. La Tillandsia non solo cattura gli inquinanti, ma è in grado di assorbirli ed eliminarli, metabolizzandoli, ovvero "mangiando" una discreta quantità di inquinanti: 0,2 milligrammi per chilogrammo di pianta. Costa poco e sono già state ipotizzate le applicazioni: una piccola parete può essere usata per disinquinare un appartamento, ma non si esclude in futuro l'ipotesi di interi pannelli pieni di piante da collocare sulle autostrade e sulle vie cittadine di grande traffico."

Facilissime da realizzare perché quindi non depurare un po il vostro appartamento o la vostra stanza dai rifiuti tossici del traffico e dell'umanità?

La potete acquistare su internet od in qualsiasi vivaio fornito, cosa state aspettando? Non costano molto e danno molte soddisfazioni, un posto ben illuminato vicino una finestre della vostra stanza basterà, se poi siete persone creative potrete trovare tantissime soluzioni per tenerle li, come ha fatto Cathy Van Hoang, con dei semplici gusci di riccio e qualche rametto. Sono piante così spartane che potrete semplicemente fissarle sul un qualsiasi supporto tramite qualche fil di ferro, o semplicemente incastrarle. Respirerete finalmente un aria più pulita ed avrete una stanza più stilosa.

Se volte cimentarvi in questa opera vi posso suggerire questo tutorial.... qui









Nessun commento :

Posta un commento