Google+ Applicazioni Grafiche: LA MOODBOARD COS'È? A CHE SERVE?

mercoledì 16 marzo 2016

LA MOODBOARD COS'È? A CHE SERVE?





Cos’è una moodboard:

Da wikipedia: "Una Moodboard (dall'inglese mood "umore", e board "tavola") è solitamente una serie di immagini unite tra di loro come in un collage che serve ai designer o ai progettisti a mostrare in un formato visivo un progetto e i concept ad esso correlato. In linea di massima una moodboard serve per l'esposizione al cliente e deve contenere in sé più dati relativi al progetto possibili."

una “tavola” in cui si inseriscono tutte le idee, materiali, fotografie, colori ecc. che riguardano uno specifico progetto. Una sorta di collage più o meno ordinato che collega tutti gli elementi che ti servono per creare o definire un progetto. I confini fra inspiration-board e mood-board sono solitamente molto sfumati ed è per questo che spesso vengono confuse le une con le altre. Sono entrambi strumenti utilizzati da varie tipologie di progettisti, dai fashion ai visual agli interior.






A cosa serve, perchè dovresti crearne una per il tuo blog o per il tuo lavoro? due pratici esempi:


  • ESMPIO 1: Progettare e realizzare logo e immagine coordinata per un’azienda.
Sei un grafico freelance e un cliente che gestisce un locale ti vuole per rinnovare il suo brand. Non finisce qui, considerato che ha recentemente ristrutturato i suoi locali vuole che il progetto sia coordinato e univoco e rispecchi lo stile semplice e la filosofia del recupero dei materiali.


Cosa devi fare adesso?

Dopo il colloquio con il cliente avrai collezionato parecchi appunti con le richieste e tutto il materiale possibile che puoi reperire. Quando sarai arrivato a casa dovrai mettere in ordine logico tutte questa informazioni per iniziare a lavorare.

Esempi pratici

Se devo progettare un logo e materiale promozionale per un’azienda che ha aperto un locale devo dare una panoramica generale al mio cliente di come io vedo il suo prodotto e di come intendo sviluppare la comunicazione per lui. In questa fase raccolgo le idee con un layout che racchiude più elementi (materiali, vetrofanie, menu, logo, ecc.) che hanno in comune un tono o “mood”. Mi sembra relativamente semplice da capire

  • ESEMPIO 2: Cambiare lo stile della casa
Hai deciso di cambiare lo stile della tua casa. Non ti è mai piaciuto l’arredamento e i colori delle stanze e vuoi rimodernare il tuo appartamento e renderlo più simile ai tuoi gusti, più femminile con un tocco moderno, ma devi presentare un progetto a chi vive con te e, ovviamente, fartelo approvare!

Cosa devi fare adesso?

Dopo aver buttato giù qualche schizzo e collezionato dalle riviste qualche foto dovrai cercare di fare ordine e tirare le fila del tuo nuovo progetto. In questa fase entra in gioco la moodboard con le proposte e le idee che hai in mente per creare il tuo stile.

Esempi pratici

In questo caso voglio cambiare l’arredamento di casa con uno stile più femminile ma comunque moderno e funzionale e voglio dare un’idea al mio compagno di come posso realizzarlo. Ovviamente non è necessario che le immagini inserite nella tua moodboard rispecchino al 100% quello che voglio comprare, assemblate in questo modo servono a dare la “sensazione” che cerco per i miei interni: Calore / luminosità / comodità / attenzione al particolare.


Come crei una moodboard? Scegli il supporto più comodo per te.
  1. Un quaderno perchè è comodo da portare in giro; 
  2. Una bacheca da appendere a muro perchè puoi mettere/togliere immagini o oggetti infinite volte; 
  3. Una cartella sul tuo desktop perchè è virtualmente infinita e facilmente modificabile; 
  4. Un software specifico perchè ti consente di creare un layout elegante o funzionale.
Insomma è importante che utilizzi qualcosa che ti permetta di aggiungere o togliere comodamente tutti gli elementi che compongono la tua moodboard.
Molti utilizzano una economica bacheca a muro, io ho la classica di sughero con le puntine per attaccare e spostare comodamente tutto quello che mi passa per la mente.
Mi trovo molto bene anche con Pinterest, da quando ha inventato le bacheche segrete che si possono condividere con gli utenti. Ideali se si vuole condividere materiale online in progetti che coinvolgono più creativi.

ALTRI CONSIGLI UTILI:

Il testo:
Non ignorare il potere delle poche parole isolate su una scheda. Sono dei fantastici show- stopper per dare la vostra pausa al visualizzatore o un punto di riflessione in quanto devono leggere mentalmente ciò che è di fronte a loro. Grandi parole in grassetto giustapposte insieme funzionano molto bene a creare il tono e il significato per qualsiasi vostro progetto.

Suscitare una risposta emotiva:
Se si sta presentando un mood board a un cliente che cosa sarebbe meglio se non suscitare in loro una vera e propria risposta emotiva? Oggetti parola reali sono ottimi per questo scopo. Se siete stati ispirati dalla spiaggia, portate la spiaggia con voi od un elemento che la ricorda come ad esempio una conchiglia. Se il momento eureka! è accaduto sul bus, portare il vostro biglietto. Questo tipo di cose intriga il cervello delle persone suscitando il loro una reazione emotiva.
Scatta foto quando sei fuori:
ispirazioni del mondo reale sono tutte intorno a voi. Quindi, utilizzare la fotocamera del telefono per scattare foto di tutto ciò che si vede e che vi ispira - sia che si tratti di un uccello in volo, un favoloso uso della tipografia in un segno stampato, o la muratura di un edificio. Esse non devono essere per forza grandi foto in senso tradizionale - ciò che è importante è catturare i pensieri, le impressioni, temi e sentimenti.

Cose che si accumulano intorno ad una grande immagine:
Che si tratti di una Moodboard elettronica o fisica, il layout del vostro lavoro ha bisogno di dare risalto alle immagini del tema chiave. Poi circondare questi con immagini più piccole che sostengono che esaltano il tema. Anche in questo caso, si tratta di un trucco subliminale. Quando qualcuno guarda una grande immagine sul vostro lavoro nelle loro teste compariranno domande su di esso, che faranno analizzare rapidamente il resto della board per trovare risposte. Se si inseriscono immagini di supporto più piccole intorno l'immagine più grande esse devono fare questo lavoro per voi, chiarendo la messaggistica data in quello più grande. Quindi devono essere tutte attinenti e ognuna di esse deve dare una risposta. Attenzione quindi al filo logico.




Fonte: www.inspirewetrust.com

Nessun commento :

Posta un commento